L’inferno al pronto soccorso. Aggredisce una guardia con un coltello, arrestato un romeno

polizia-notteSAN BENEDETTO • Un romeno di 40 anni è stato arrestato dalla polizia del commissariato dopo aver tentato di aggredire, con un coltello, una della guardie giurate in servizio all’ospedale. E’ stato così, con le manette scattate ai suoi polsi, che si è conclusa la nottata di inferno vissuta al Pronto Soccorso dell’ospedale di San Benedetto. Tutto è iniziato intorno alle 23 e 30 di questa notte quando due persone, un romeno di 40 anni ed un nordafricano di poco più giovane, hanno iniziato a dare in escandescenze all’interno del reparto di emergenza.

I due erano si erano rivolti poco prima al pronto soccorso per questioni di poco conto ed erano stati dimessi. Ma di andarsene da lì, non si è capito bene per quale motivo (erano visibilmente ubriachi) non volevano saperne ed hanno così cominciato a diventare molesti sia nei confronti delle altre persone in attesa che verso medici e infermieri in servizio. Sono così state costrette ad intervenire due guardie giurate in servizio nell’area che hanno tentato di riportare la calma.

Ci sono riuscite con il nordafricano che, alla fine, è rientrato nei ranghi ed ha accettato l’invito ad allontanarsi dall’ospedale di propria volontà. Sul posto è invece rimasto il romeno che, improvvisamente, avrebbe tirato fuori un coltello piombando addosso ad una delle due guardie. Fortunatamente non è riuscito a colpire l’agente di polizia privata che lo ha schivato ed immobilizzato.

Di fronte a quest’ultimo gesto si è così reso necessario richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Il commissariato ha inviato una volante giunta sul posto nel giro di pochissimi minuti. Il romeno è stato preso in consegna dagli agenti e identificato. E’ stato arrestato.